Mostre ed espozioni : Cooperativa Archeologia
   
GENOVA (GE)

Mostre ed Esposizioni » GENOVA - ARCHEOLOGIA METROPOLITANA

Fino al 31 maggio, al Museo di Archeologia Ligure di Genova, la città riscopre le proprie origini.
Nella mostra "Archeologia Metropolitana" le interessanti scoperte degli scavi archeologici di Piazza Brignole e Acquasola effettuati nel cantiere della metropolitana.
Il manifesto della mostra
Al museo di Archeologia Ligure, fino al prossimo 31 maggio è di scena la mostra "Archeologia Metropolitana. Piazza Brignole e Acquasola".
L''esposizione presenta le più recenti, interessantissime scoperte provenienti dagli scavi per il cantiere della Metropolitana effettuati a Brignole, nel pieno centro della città moderna, a pochi passi dalla stazione ferroviaria, tra il 2007 e il 2008.
Lo scavo ha restituito una considerevole mole di informazioni e testimonianze di estremo interesse, permettendo di ricostruire la fisionomia di una porzione della città nel corso dei millenni e gettando inoltre nuova luce sulle fasi più antiche di vita del territorio che ora è Genova.
Nell´area dove è stato posizionato il pozzo della Metropolitana sorgeva nel Seicento il Monastero di N.S del Rifugio di Monte Calvario, fondato da Virginia Centurione Bracelli, detto “delle Brignoline” dal nome del patrizio genovese Emanuele Brignole che l´aveva fatto costruire.
Lo scavo ha messo in luce limitate porzioni di edifici post medievali in pietra riferibili al complesso e una preesistente sistemazione urbanistica con un tracciato stradale rinnovato due volte, preliminarmente databile a due momenti successivi del XVI secolo.
Gli strati inferiori erano relativi ad una frequentazione di età romana per scopi agricoli, segnalata da frammenti di ceramiche, prevalentemente anforacei.
Di particolare rilievo la scoperta effettuata alla base della sequenza stratigrafica, a diversi metri di profondità rispetto al piano in cui scorre il traffico cittadino, dove sono state riconosciute tracce di vita ed occupazione umana risalenti all´Età del Bronzo Antico: si tratta di un robusto muro a secco, con funzione di argine, che delimitava un´area di frequentazione. Nei livelli sottostanti sono state messe in luce tracce di focolari con ceramica e industria litica attribuibile al Neolitico superiore.
Nel corso dello scavo, durato diversi mesi, è stato effettuato lo smontaggio integrale del muro dell´età del Bronzo, che sarà rimontato in un apposito spazio espositivo nella stazione della Metropolitana di Brignole, in corso di realizzazione.
Nell´apparato espositivo della mostra sarà possibile esporre il calco di una parte del prospetto del muro, realizzato nel corso delle indagini archeologiche.
La mostra è stata curata da Angelo Del Lucchese e Piera Melli, della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria, in collaborazione col Settore Musei – Museo di Archeologia Ligure del Comune di Genova e con il patrocinio della Regione Liguria e della Provincia di Genova.
L´evento è stato realizzato con il contributo della Banca Passatore e di Ansaldo Trasporti
La Mostra rimarrà aperta, con gli stessi orari del Museo, sino al prossimo mese di febbraio.
Ingresso con biglietto del Museo.

A latere dell''esposizione è in programma anche una ciclo di conferenze.
twitter share button twitter share button
Close