Ripercorrendo la storia dell’attività didattica di Cooperativa Archeologia dal 1980 a oggi, ci siamo resi conto che lavori e attività come Archeologia e didattica. Un anno di esperienze nelle scuole elementari e medie, Firenze 1981 e Archeologia e didattica. I bambini “raccontano” Vulci, Firenze 1996, non appaiano affatto superati, se non per il look dei bambini nelle foto, rispetto al 2016.

Per noi quell’impulso molto ricco, innovativo e creativo del periodo degli anni ‘80/’90, in cui abbiamo condiviso la nostra esperienza di archeologi con gli studenti, riuscendo a comunicare il senso che l’archeologia è un metodo di comprensione del passato, come storia della cultura materiale e della vita sociale di un determinato popolo, rimane sempre vivo nelle nostre attività didattiche, anche dopo 30 anni. Anzi, diremmo che ne esce ancora più rinforzato, ora che finalmente il dibattito pubblico ha iniziato a comprendere il senso di bene culturale come bene comune.

Le nostre proposte si rivolgono a bambini dai nove anni fino ai ragazzi delle scuole secondarie e si compongono di un primo incontro in classe, dove studenti e archeologi dialogano, e a seguire di un percorso in città o nel sito archeologico oppure un laboratorio condotto da un archeologo.

 

I LABORATORI DIDATTICI DI AGRIGENTO
Scoprire l’archeologia, imparare la storia

Dal 1 maggio 2017 siamo concessionari dei servizi di attività didattica per tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, del Museo Archeologico Regionale Pietro Griffo di Agrigento, del sito archeologico di Eraclea Minoa e della Casa Natale di Pirandello.

Gli studenti saranno posti a contatto con l’uomo del passato attraverso gli oggetti che questo produceva, nella loro qualità di testimonianza dell’attività umana, cercando anche di ripercorrere le tecniche impiegate nell’antichità. Continuo sarà il richiamo al territorio, per capire come nel corso dei secoli l’uomo abbia variamente utilizzato le risorse della terra su cui viveva, venendone a sua volta influenzato nei modi di vita.

Lavoro manuale, lezioni in aula, visite guidate permetteranno di indirizzare l’impegno dei ragazzi su obiettivi precisi, cercando di fare toccare con mano la realtà storica, al fine di rendere possibile il formarsi di quella coscienza culturale diffusa che potrà garantire il recupero, la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico e archeologico nazionale.

Le proposte sono pensate per bambini dai 9 anni fino ai ragazzi delle scuole secondarie e sono articolate in due tipologie:

  • ITINERARI DIDATTICI
    Percorso conoscitivo nei siti per approfondire la storia, il contesto culturale, storico-economico e sociale di Akragas, Eraclea Minoa e la storia di Luigi Pirandello
  • LABORATORI DIDATTICI
    Laboratori nel Parco, nel Museo Archeologico, nel sito di Eraclea e a Casa Natale di Pirandello realizzati dai nostri archeologi esperti di didattica

Il catalogo PDF è disponibile a questo indirizzo

 

PRENOTAZIONE

per prenotare la visita compilare il form in fondo alla pagina

 

Il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi  è un luogo straordinario in cui archeologia, storia, mito e paesaggio sono tasselli inscindibili di uno stesso mosaico. Passeggiando all’interno della città antica, immersi in un paesaggio mozzafiato, sarà possibile conoscere la storia delle diverse civiltà che vi hanno abitato, osservare i maestosi monumenti che hanno costruito, comprendere le trasformazioni attraverso i secoli fino a oggi, in un itinerario entusiasmante e coinvolgente, specifico per diverse fasce d’età. I templi dorici, le poderose mura, le necropoli paleocristiane, gli ulivi centenari, i mandorli in fiore, il mare sullo sfondo sono solo alcuni degli elementi di questo interessante percorso lungo la linea del tempo.

Il Museo Archeologico Regionale P. Griffo , situato nel cuore della città antica, nel luogo che fu agorà prima e foro dopo, espone i reperti provenienti dalla città e dal territorio che coprono un arco cronologico dalla protostoria alla tarda età romana. Grazie alla ricca collezione di vasi dalle necropoli, alle numerose statuette votive dai santuari, alle anfore rinvenute in mare, agli elementi architettonici dei templi, si potranno scoprire usi, costumi, abitudini degli abitanti della città. Il colossale telamone lascerà tutti senza fiato e aprirà una finestra sul mito di Zeus e i giganti e sulla costruzione del tempio più grande di tutto l’occidente. Sarà possibile concordare il percorso più adatto alle proprie esigenze.

Il sito Archeologico di Eraclea Minoa si trova sulla riva sinistra del fiume Platani, in un tratto di costa caratterizzato da una roccia bianca che si staglia sull’azzurro intenso del mare, tra Agrigento e Selinunte, in vario modo protagoniste della storia della città. Il nome Minoa la ricollega al mito di Minosse e del suo arrivo in Sicilia per inseguire Dedalo, le case, le mura di fortificazione e, soprattutto, il teatro permettono di ricostruire l’aspetto della città e la sua storia.

La Casa Natale di Luigi Pirandello, in località Caos, si affaccia sul mare africano e conserva al suo interno alcune testimonianze della storia della famiglia Pirandello che consentono di cogliere numerosi aspetti della figura complessa di Luigi: lettere, fotografie, manoscritti, onorificenze, alcuni dipinti dei suoi familiari, il cratere attico a figure rosse che contenne le sue ceneri secondo le sue ultime volontà: “...sia l’urna cineraria portata in Sicilia e murata in qualche rozza pietra nella campagna di Girgenti, dove nacqui…”. Passeggiando nel giardino è possibile raggiungere il luogo della sua sepoltura e respirare ancora oggi la serenità che emana quel luogo a cui lo scrittore era così tanto legato.

 

I LABORATORI AI GIARDINI LUZZATI
Proposte di ARCHEOLOGIA PARTECIPATA

Percorsi e laboratori didattici per la scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado

I Giardini Luzzati quale spazio comune, luogo da vivere per la cittadinanza di un angolo cruciale della città dove si intersecano scuole, un teatro, un campetto da calcio, l’università, Casa Paganini, il Museo di Sant’Agostino.

L’Area Archeologica Giardini Luzzati, il più grande sito archeologico di Genova, esce dai proprio confini e diventa un laboratorio a cielo aperto per far scoprire a bambini e adulti la storia della città e la pratica dell’archeologia con chi questo mestiere lo fa tutti i giorni.

laboratori si svolgono nello spazio didattico dell’Area Archeologica dei Giardini Luzzati. ogni proposta è costruita da un incontro con laboratorio, pensata per le ultime 3 classi della scuola primaria in affiancamento ai programmi scolastici, e per le famiglie con bambini dagli 8 agli 11 anni.

 

COME SI PARTECIPA

  • su prenotazione compilando il modulo in fondo alla pagina oppure a questi contatti: didattica@archeologia.it |  335 1278679
  • durata: 2 h circa
  • costo: 6 euro a partecipante

Il catalogo PDF è disponibile a questo indirizzo

 

 

 

I LABORATORI DIDATTICI DI LUNI
SCOPRIRE L’ARCHEOLOGIA, IMPARARE LA STORIA

Percorsi e laboratori didattici per la scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado

L’area archeologica e il sistema museale dell’antica città di Luna è la principale istituzione archeologica del Levante ligure per dimensioni e importanza scientifica delle sue raccolte.
Fu fondata nel 177 a.C. dopo lunghe lotte contro i Liguri e fu assegnata da Augusto alla Regione VII, Etruria.
Fu una città assai fiorente, soprattutto in epoca imperiale, quando divenne la città di marmo.
Gli scavi archeologici, che continuano dagli anni ’50 del secolo scorso, hanno portato alla luce i grandi edifici della città pubblica e la ricchezza della città privata.

L’area archeologica dell’antica città di Luna, in collaborazione con Cooperativa Archeologia, presenta una selezione di attività didattiche e di percorsi laboratoriali pensati per affiancare e approfondire i programmi scolastici facendo perno sul binomio archeologia e didattica.

Gli studenti saranno posti a contatto con l’uomo del passato attraverso gli oggetti che questo produceva, nella loro qualità di testimonianza dell’attività umana, cercando anche di ripercorrere le tecniche impiegate nell’antichità. Continuo sarà il richiamo al territorio, per capire come nel corso dei secoli l’uomo abbia variamente utilizzato le risorse della terra su cui viveva, venendone a sua volta influenzato nei modi di vita.

Lavoro manuale, lezioni in aula, visite guidate permetteranno di indirizzare l’impegno dei ragazzi su obiettivi precisi, cercando di fare toccare con mano la realtà storica, al fine di rendere possibile il formarsi di quella coscienza culturale diffusa che potrà garantire il recupero, la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico e archeologico nazionale.

Le proposte sono pensate per bambini dai 9 anni fino ai ragazzi delle scuole secondarie e sono articolate in tre tipologie:

  • PERCORSI
    Percorso conoscitivo nell’area archeologica per approfondire la storia, il contesto culturale, storico-economico e sociale di Luna
  • SAPER FARE
    Laboratori a Luni condotti da archeologi
  • DIALOGHI
    Incontri a Casale Gropallo: dialoghi e animazione tra studenti e archeologi

 

Il catalogo PDF è disponibile a questo indirizzo

 

 

PRENOTAZIONE

per prenotare la visita compilare il form sottostante:

 

Scuola

Istituto comprensivo (richiesto)

Scuola (richiesto)

Via (richiesto)

numero civico (richiesto)

Città (richiesto)

CAP (richiesto)

Telefono (richiesto)

Email (richiesto)

 

 

Insegnante di riferimento

Cognome (richiesto)

Nome (richiesto)

Telefono (richiesto)

Email (richiesto)

Classe (richiesto)

Numero di partecipanti (richiesto)

Numero di accompagnatori (richiesto)

EVENTUALI ALUNNI CON DISABILITÀ, SPECIFICANDO LA TIPOLOGIA

 

 

Attività prescelta

Titolo (richiesto)

Data (richiesto)

Ora (richiesto)

Messaggio

 

twitter share button twitter share button
Close